Lettera aperta del 22 marzo 2019

Carissimi politici di Capitanata, carissime associazioni di categoria, carissime istituzioni, carissimi sindacati e carissimi operatori turistici, Vi scriviamo questa lettera aperta, affidata alla rete e alla stampa per una massima diffusione, affinché non si dimentichi la data del 27 marzo 2019 e perché si mantenga alta l’attenzione su questo evento. Una data a cui non potete mancare.

Dovete stare a Bari alla conferenza di Aeroporti di Puglia spa, anche se non invitati ufficialmente, questo per ascoltare e vedere di persona il nuovo piano industriale che interesserà il sistema aeroportuale pugliese per i prossimi dieci anni.

Data in cui dovrà scriversi assolutamente la nuova storia di operatività del Gino Lisa che non potrà, lo diciamo nuovamente, essere limitata alla Protezione Civile Regionale.

Fatto che sicuramente darà lustro ad uno scalo, rendendolo di interesse generale agli occhi dello Stato, ma certamente non accettabile se limitato ad esso.

Pertanto Vi invitiamo a esserci senza scusanti o concomitanti impegni istituzionali.

Vi invitiamo a vigilare e a monitorare l’operato di Aeroporti di Puglia SPA affinché non venga “uccisa” ,in quella occasione, la mobilità del territorio di Capitanata.

Il 27 marzo deve essere il D-DAY per il Gino Lisa.

A Voi , ora o mai più, il dovere di traghettare questo risultato in Capitanata.

Non ci deludete!

Tanto per essere chiari.

Grazie.

Cordiali saluti.

Presidente Comitato Vola Gino Lisa
Avv. Maurizio Antonio Gargiulo

I commenti sono chiusi